BEPPE  TANELLI

GTE

GEOLOGIA

E DINTORNI

LA GRANDE TRAVERSATA ELBANA

Geologia e dintorni

La Grande Traversata Elbana (GTE) è un percorso escursionistico che segue i sentieri d’altura, che per secoli sono stati le vie sicure degli elbani, per andare da Cavo, agli estremi settentrionali delle Terre del ferro, fino alle lontane contrade delle Terre del granito. Qui, ai piedi della cima del Monte Capanne, in un luogo denominato Passo delle Filicaie o Malpasso, la GTE si divide in due rami. Uno percorre i crinali montuosi che a meridione chiudono la valle di Pomonte e scende al paese, l’altro gira a settentrione attorno alla cima del Capanne, si affaccia su Poggio e Marciana e scende a Patresi. La GTE è stata aperta una sessantina di anni fa e nel tempo è divenuta un classico dell’escursionismo internazionale per le sue caratteristiche tecniche e le sue valenze paesaggistiche, naturali e culturali. 

 

Questa opera è nata in seguito ad un ritrovamento, in un riordino di libri e schedari ai tempi del coronavirus, di una “cartella persa” sulla quale era scritto: GTE. Conteneva i due grandi fogli, piegati e sgualciti, della seconda edizione della Carta geologica dell’Elba alla scala 1:25.000, pubblicata nel 1967. Nella carta era segnato il percorso della Grande Traversata Elbana. C’era anche un “libretto di campagna”, come i geologi chiamano il piccolo taccuino, rigorosamente con copertina telata ed elastico di chiusura, in cui erano scritti gli appunti annotati durante le escursioni e utilizzati per compilare una Carta geologica e storico mineraria dell’Elba, pubblicata nel 1995. 

 

Siamo a dicembre alla fine di un Annus Horribilis. È stato un Natale diverso da tutti gli altri. Un Natale più sobrio e raccolto, dove forse sono stati più evidenti i messaggi universali d’amore e solidarietà che questo giorno porta con sé. 
Abbiamo deciso di far uscire questo libro il 27 Dicembre 2020, giorno del V-day, che in tutta Europa darà inizio ufficialmente alle vaccinazioni per il coronavirus: un cammino di speranza che nel prossimo anno ci porterà fuori da questo inferno. Nel frattempo non dobbiamo abbassare la guardia e dobbiamo resistere. Ricorderemo i tanti che ci hanno lasciato e i tanti che ci hanno protetto e salvato in questi giorni di pandemia: personale sanitario, volontari, forze dell’ordine. Ma in tanto dolore ed eroismo non dobbiamo dimenticare le fragilità sanitarie, ambientali ed economiche che questa malattia ha messo allo scoperto, a tutte le scale del Villaggio globale.
“Peggio di questa pandemia” è stato detto “c’è solo il rischio di dimenticare e di sprecare le opportunità che ci offre per correggere il nostro cammino verso il futuro”.

----

6 Febbraio 2021

 

Poi è giunto un messaggio da Stefano Lo Faro, geologo e referente tecnico-commerciale della D.R:E.Am Italia, la nota casa cartografica specializzata in mappe escursionistiche, alla quale si deve fra l'altro la pubblicazione nel 2015 della nuova Carta Geologica dell'Isola d'Elba. 

A Stefano, al quale va il nostro grazie, dobbiamo la trasformazione di un libro "virtuale" in un libro "reale", i cui diritti andranno alla Misericordia di Pomonte e Chiessi. Un piccolo contributo al loro grande impegno, al quale tutti noi possiamo partecipare. Il libro è uscito a Marzo 2021 e può essere ordinato in tutte le librerie.

 

Scarica l'anteprima

Comunicato Stampa

© 2021 by Luciano Regoli, Beppe Tanelli